venerdì 23 marzo 2012

Alcatraz: recap episodio 1x09 "I fratelli Ames"


Anni Sessanta: nel carcere di massima sicurezza di Alcatraz, due fratelli, i gemelli Ames, ex rapinatori di banche, progettano la fuga. Forse. 

Comincia così la puntata numero nove della nuova serie tv di quest’anno che volge rapidamente verso la sua conclusione. L’episodio, dal titolo “I fratelli Ames” si svolge quasi completamente all’interno del carcere, in un’atmosfera grigia ed inquietante con un commento musicale a base di note tensive e temporale.


Grazie ad abbondanti flashback, seguiamo le manovre di fuga del duo, la sottrazione di un paio di chiavi dalla giacca del direttore del carcere, un calco, gli accordi con un insospettabile complice, un raccapricciante diversivo per non destare sospetti. E si scopre che i fratelli non cercano l’evasione ma un leggendario tesoro, l’oro della guerra civile, presumibilmente nascosto nei tunnel della prigione. 

Ma intanto ai nostri giorni, Rebecca e Doc, orfani momentanei di Hauser, impegnato altrove, decidono di scoprire qualcosa sul team di collaboratori segreti che l’agente federale tiene loro nascosti. Così Doc si avventura nei meandri della sede operativa della task force ad Alcatraz ma rimane vittima dei fratelli Ames - i nuovi ricomparsi - che in quei corridoi bui ed umidi stavano tramando di portare a segno il progetto non andato in porto negli Sessanta. 

Doc viene tenuto ostaggio dai due perché ritenuto utile per potersi muovere agevolmente nelle nuove geografie del luogo, diverse da come erano 50 anni prima. Rebecca intanto prova a mettersi sulle sue tracce, imbattendosi però nel terzo complice dei fratelli, una insospettabile guardia carceraria. 

L’episodio procede a suon di colpi di pistola, inseguimenti nei sotterranei del carcere e fughe disperate. Uno dei fratelli rimane ucciso e Hauser, intervenuto a sorpresa in difesa di Rebecca, viene ferito. Ma i due del Sessantatré non sembrano avere voglia di arrendersi. Con Doc come ostaggio, essi infatti continuano l’avanzata verso la porta che dovrebbe portarli all’oro.

La missione però è destinata al fallimento ancora una volta. Anche il secondo dei fratelli infatti trova la morte per mano di Rebecca e l'agente carcerario viene arrestato subito dopo aver scoperto che dietro la porta che per tanto tempo avevano sperato di aprire non si trovava alcun tesoro.

L'episodio ci riserva ancora una significativa parentesi del passato. Ray Madsen, guardia carceraria incontra segretamente Tommy Madsen, il fratello detenuto, promettendogli che farà di tutto per scoprire i motivi per cui viene sottoposto a continui prelievi del sangue. Il direttore James, invece, dopo aver acciuffato i due fratelli nei tunnel del carcere, cerca di dissuadere un giovane Hauser dal fare domande su ciò che si cela dietro la porta che gli Ames stavano tentando disperatamente di aprire. Una volta solo, poi, il direttore varca l'uscio incriminato abbandonandosi ad un sorriso di beata soddisfazione: il tesoro esiste ed è proprio lì davanti ai suoi viscidi occhi.




(Immagine dalla serie tv)

1 commento: