mercoledì 5 settembre 2012

Due cuori e una provetta: trama e recensione

Commedia sentimentale americana della doppia regia di Josh Gordon e Will Speck, "Due cuori e una provetta" (titolo originale "The switch") esce il 5 novembre del 2010 con Moviemax.
Il film, della durata di 101 minuti, propone tra le fila del cast Jennifer Aniston, Jason Bateman, Patrick Wilson, Jeff Goldblum, Juliette Lewis.
La storia è incentrata sulle vicende di Cassie e Wally, due amici di vecchia data che si ritrovano già alla soglia dei 40 anni ed ancora single. E mentre Wally vive passivamente con placida rassegnazione le ormai solite e consolidate dinamiche che scandiscono la sua vita tra  lavoro, palestra, nevrosi, inutili nervosismi e sonore sbronze, Cassie pensa di dare una risoluta svolta alla sua esistenza. Così, stufa di amori inconcludenti e di uomini bravi solo a far naufragare qualunque relazione sentimentale, decide di concepire un figlio grazie ad un donatore.

Wally non sembra accettare di buon grado la scelta dell'amica ma si presenta comunque alla festa da lei organizzata per conoscere il donatore, Roland, un ragazzo tutto muscoli e dentatura perfetta. Sarà proprio quella sera che Wally cadrà vittima di un'altra delle sue celebri ubriacature e per un piccolo ma grave incidente di percorso, rovescerà per sbaglio il contenuto della boccetta con lo sperma di Roland e per rimediare al danno non troverà altro rimedio che offrire il proprio, salvo dimenticare completamente l'accaduto la mattina seguente durante il post-sbronza.
Cassie, a gravidanza accertata, lascia la città facendovi ritorno solo 7 anni dopo con l'enorme desiderio di rivedere Wally e presentargli Sebastian, il proprio bambino. Ma l'incontro tra i due farà riaffiorare in Wally vaghi ricordi di quella fatidica notte...
"Due cuori e una provetta" appare confezionata come la classica commedia sentimentale dall'esito scontato sin dall'inizio e dal lieto fine garantito. Ed in effetti lo è, pure troppo.
Tuttavia, sembra meritevole di plauso la prova interpretativa di Bateman calato perfettamente, e senza inutili forzature, nel ruolo dell'uomo contemporaneo divorato da nevrosi, ipocondria e completamente incapace di mettersi in gioco. Buona anche la recitazione degli altri componenti del cast. Inoltre appare godibile anche il ritmo del racconto che riesce a coinvolgere a sufficienza seppur nella consapevolezza di uno scioglimento più che garantito e prevedibile.
Nel complesso, il film non è male e sembra il perfetto ingrediente per una serata all'insegna della spensieratezza.
Ecco il trailer...


2 commenti:

  1. Avevo iniziato a guardarlo ma poi presa dalla noia ho cambiato canale... mi hai fatto venire voglia di vederlo adesso. Uffa! ;-)

    RispondiElimina
  2. tema di grande attualità... sembra divertente, comunque. poi lei è troppo simpatica
    monica c.

    RispondiElimina