venerdì 14 settembre 2012

L'amore all'improvviso: trama e recensione del film con Tom Hanks e Julia Roberts

Con distribuzione Medusa, esce il 28 ottobre del 2011 e con un titolo italiano decisamente stravolto anche se non troppo arbitrario “L’amore all’improvviso” - (titolo originale “Larry Crowne”) - commedia sentimentale statunitense in cui il pluripremiato – non per questo film – Tom Hanks torna al timone della regia ritagliandosi anche il ruolo del co-protagonista. Partner d’eccezione per la prova recitativa la sempre radiosa e smagliante Julia Roberts, già avvezza ai ruoli in coppia con Hanks. 

Il film poi, della durata di 98 minuti, annovera tra le fila del cast Bryan Cranston, Cedric The Enterteiner, Taraji P. Henson. 

Sin dalle prime battute, il film sembra promettere qualcosa di diverso dalle solite commedie americane dall’esito più che scontato ma è ancora presto per lo spettatore per scoprire se è davvero così.

Personaggio principale è tale Larry Crowne, interpretato da Tom Hanks, uno zelante e capace impiegato presso un rinomato centro commerciale che trova a doversi misurare con un licenziamento assolutamente inaspettato comunicato in presenza dei colleghi che commentano la notizia con risatine al veleno. A quanto pare, a Larry mancano quei titoli universitari indispensabili per poter fare carriera e dunque, seconda la dirigenza, è meglio troncare sin da subito il suo percorso come impiegato. 

Costretto dunque dalle circostanze a ritagliarsi un nuovo posto nella società, Larry decide di cominciare dallo studio, intento ad ottenere quei titoli che lo possano mettere al riparo da altri eventuali licenziamenti futuri. Per Larry è ora che si aprano le porte dell’Università. 

Inizia così un nuovo capitolo della vita dell’uomo che si trova a dover tentare un approccio con le nuove generazioni tra i banchi. Durante il processo di inserimento, egli però potrà contare su una studente e sul suo gruppo di amici centauri che lo aiuteranno ad inventare una nuova versione di sé. 

Ma frequentando l’Università, Larry avrà modo di conoscere anche la professoressa Mercedes Tainot – la Roberts – moglie frustrata di un uomo inconcludente e insegnante demotivata di un corso di comunicazione decisamente strampalato. 

Quindi fin qui ecco gettate le basi per dei temi quali l’integrazione sociale, le complicate leggi del mondo del lavoro, la necessità di reinventarsi una esistenza alla soglia dei sessanta anni, l’importanza dello studio ai fini della realizzazione professionale. Ma a dimostrazione del fatto che non bastano due eccellenti attori per avere la garanzia di trovarsi di fronte ad un bel film, “L’amore all’improvviso”, come hanno giustamente tradotto in Italia, si trasforma ben presto in una pappetta all’insegna del sentimento lasciando inconclusi, inesplorati o risolti in modo risibile gli interessanti motivi presentati all’inizio. A Larry infatti basta un taglio di capelli “giusto” e una polo messa ad hoc fuori dai pantaloni per risolvere il suo problema di integrazione mentre trova sempre più urgenza la relazione amorosa con la attraente prof fresca di separazione. 

Nel complesso, pur se con qualche spunto ilare, il film non riesce a lasciare il segno, la storia d’amore è presto dimenticata già al primo rigo dei titoli di coda ed è pressoché nulla la soddisfazione dell’epilogo felice. 

Ecco il trailer a seguire...
-->


(Foto di Wolf Gang - Flickr)

2 commenti: