giovedì 10 gennaio 2013

The vampire diaries: recap episodio 4x05 "Il killer"


Con “Il Killer” (titolo originale "The killer") la quarta stagione di The vampire diaries giunge al quinto episodio e, dopo tanto tempo, lo show si riappacifica con il suo nome. Sia Elena sia Stefan infatti ritornano a scrivere sui loro diari proprio ora che si sono ritrovati e che dovrebbero affrontare tutto insieme.
Ma vediamo nel dettaglio cosa è successo.

Il sequestro
Connor vuole fare sul serio. La sua determinazione nel voler scoprire di più sulla propria storia, la voglia di uccidere più vampiri, il desiderio di vedere quel tatuaggio espandersi sulla propria pelle lo portano a sequestrare all’interno del grill Jeremy, Matt ed April usandoli come vere e proprie esche. Ma nessuno, a parte un ibrido mandato da Klaus, è così stupido da affrontare il cacciatore senza un piano ponderato.
Peccato che il team Salvatore sia piuttosto in disaccordo circa le modalità di intervento. Stefan non può rivelare nulla del suo patto con Klaus che prevede non solo il segreto ma soprattutto che Connor resti in vita; mentre tutti gli altri, Damon sopra tutti,  puntano solo a catturare l’uomo ed ucciderlo.
Stefan dunque non trova altra soluzione che mettere Damon fuori gioco con una bella iniezione a base di verbena mentre ad Elena, che assiste alla scena, chiede solo fiducia.
Elena tentenna, in gioco c’è la vita di suo fratello e, al risveglio di Damon, i due concordano nel pensare che Stefan stia tramando qualcosa e che vi sia coinvolto anche Klaus. E’ tempo per Elena di agire, non può più restare a guardare, non può più aspettare che gli altri salvino lei e la sua famiglia. E lo ammette pure: ormai anche lei è un mostro. Con il suo intervento infatti Connor viene messo fuori gioco e gli ostaggi liberati ma Stefan non può permettere che qualcuno uccida il cacciatore e scompare con lui.
Il segreto svelato
Mentre Stefan cerca di mettere in salvo Connor, Damon però lo affronta furente. Il confronto tra i due è molto acceso, duro. Stefan è messo alle strette e infine rivela che Connor è l’unica possibilità per trovare la cura che potrebbe far ritornare Elena umana.
Damon cede e molla la presa. Si dice scettico però non solo non ha alcuna intenzione di ostacolare il fratello ma si offre anche di aiutarlo nell’impresa a qualunque costo. E il legame tra di loro si riconferma più saldo che mai.
La questione della cura però porta a galla una inevitabile differenza tra i due che Damon non perde tempo a puntualizzare. Se per Stefan amare Elena vampira a quanto pare è un problema e la cura rappresenterebbe anche l’unica via per mettere a tacere il proprio senso di colpa, Damon non ha problemi ad ammettere che a lui Elena va bene comunque, perché il suo amore per lei è totale e senza condizioni.
Chi è il killer?
Dal titolo dell’episodio ci si aspettava che Connor fosse il killer della situazione e invece è proprio chi non potevamo mai immaginare. Elena infatti compie il suo primo omicidio da vampira senza sapere che con Connor ha detto addio anche alla possibilità di trovare la cura.
La sua reazione davanti al crimine commesso è straziante, la soglia è stata superata, quella linea di confine oltre la quale l’umanità e la compassione che la rappresentavano sembrano sempre più lontane. Elena è davvero diventata un mostro. Damon e Stefan assistono al suo sfogo disperato guardando impietriti il corpo senza vita di Connor. Ancora non sanno che un altro insospettabile cacciatore ha già raccolto l’eredità di Connor e di tutto ciò che questi rappresenta. Sul corpo di Jeremy infatti comincia a farsi largo un tatuaggio e adesso anche lui è uno dei Cinque e può servire come strumento per rintracciare questa fantomatica cura.

-->


Nessun commento:

Posta un commento