sabato 2 febbraio 2013

Cambio vita: trama e commento

Commedia americana del 2011, Cambio vita (titolo originale "The Change-up") porta alla regia la firma di David Dobkin e propone tra le fila del cast Jason Bateman, Ryan Reynolds, Leslie Mann, Olivia Wilde e Alan Arkin.

Trama
Della durata di 112 minuti e distribuito da Universal Pictures, Cambio vita ha per protagonisti due amici di vecchia data, Dave e Mitch, che non potrebbero essere più diversi.
Mitch è un single incallito, improbabile attore porno, amante delle donne, esuberante, dalla vita sregolata e dai modi di fare un po' troppo sboccati mentre Dave è un avvocato di successo, dedito fin troppo al lavoro, sposato e padre di tre figli di cui due piccolissimi.

Nonostante queste evidenti differenze però i due trovano comunque piacere dalla reciproca frequentazione e, durante una delle loro uscite, uno scambio di confidenze davanti ad una strana fontana li porta ad esprimere il desiderio di poter cambiare qualcosa, magari di vivere l'uno la vita dell'altro. 
Detto, fatto! L'indomani i due come per magia si ritrovano l'uno nel corpo e nella vita dell'altro e, dopo il prevedibile sgomento iniziale, capiscono che finché quella strana fontana non sarà ritrovata niente potrà invertire il processo.
Mitch così si dovrà dare da fare tra pannolini, problemi coniugali e delicate faccende da avvocato, mentre per Dave si apriranno le porte di un mondo dove la sregolatezza e l'imprevisto regnano sovrani.

Commento
Con un finale fin troppo prevedibile, una trama nota (anzi notissima e abusata), scopiazzata e senza il guizzo di un'idea nuova e un'ilarità a dir poco mediocre, Cambio vita è apprezzabile per il mero piacere di godersi la visione di un film non impegnato, leggero e con un buon ritmo.
Impossibile infatti non pensare a tutti i precedenti più o meno noti, tra cui il vecchissimo "Big", interpretato da un quasi esordiente Tom Hanks, dal quale è stato tratto l'espediente dello strumento magico - lì era una macchinetta della verità e qui una fontana - che scompare e che deve essere rintracciato per invertire il processo e far rientrare ognuno in possesso del proprio corpo e della propria vita.
Apprezzabile comunque la prova recitativa del cast con un Jason Bateman che io trovo azzeccatissimo per questi ruoli comico-brillanti mentre decisamente meno gradita la presenza di volgarità gratuite.
Nel complesso un film leggero, perfetto per una serata tra amici da trascorrere in allegria.

Ecco a seguire il trailer:

-->


Voto: 5
Consigliato: con molte riserve 

2 commenti:

  1. non mi sembri entusiasta...
    monica c.

    RispondiElimina
  2. In mancanza d'altro direi che ci può stare :-)

    RispondiElimina