lunedì 25 marzo 2013

The vampire diaries, commento 4x17 "Because the night"

Questa volta ho gradito. Non dico che "Because the night" mi abbia emozionato al pari di un episodio delle stagioni che furono ma il passo in avanti sia in termini di trama sia in termini di qualità, rispetto alla puntata precedente, per me è stato significativo.
Certo, del Delena ormai rimane solo una coppia di amici che condividono bevute (e non solo di alcolici) e notti brave scrutandosi con diffidenza. 

D'altra parte la ormai smaliziata nuova Elena non crede neanche per un secondo che la gita fuori porta nella Grande Mela sia stata organizzata da Damon solo per godere di qualche momento di puro e sano divertimento vampiresco ed è perfettamente consapevole del fatto che tutto il racconto sul suo passato a New York è soltanto un mezzo per distrarla. La ricostruzione del periodo in cui il più grande dei Salvatore aveva spento le emozioni e si era imbattuto in Lexi, il modo in cui lei aveva in mente di salvarlo esattamente come aveva fatto con Stefan e il vile inganno che il vampiro ordisce ai suoi danni in perfetto stile Damon old version fa tutto parte di un piano: distrarre Elena e farle credere di aver smesso di cercare la cura. In realtà, Damon cerca indizi su Katherine perché intende stanare la secolare vampira, sottrarle la cura e somministrarla ad Elena. 
E qui Damon risponde ad un quesito che aveva lasciato irrisolto lo scorso episodio: a lui questa versione di Elena non piace affatto ed è disposto a tutto pur di farle recuperare l'umanità di cui si era innamorato e in questo concorda in pieno con Stefan. Il team dei fratelli dunque fa di nuovo fronte comune per il bene di Elena al di là delle complicazioni sentimentali che il triangolo ha creato mettendoli spesso l'uno contro l'altro.
Peccato che intanto Elena continui ad agire per sabotare i loro piani perché ormai della cura la neovampira non sa proprio che farsene. Vivere senza umanità per lei ormai significa avere la mente e il cuore liberi da tutta la sofferenza provata, significa non dover fare i conti con la morte di Jeremy e di tutti gli altri componenti della famiglia e, perché no, vuol dire dare anche il benvenuto a quella leggera spensieratezza che la vecchia Gilbet non sapeva neanche cosa fosse. In questa nuova versione, Elena oltre che senza sentimenti e senza inutili filtri moralisti e perbenisti è anche una vincente e l'inedita coppia che forma con Rebekah è una vera ventata d'aria fresca nello show.
Tra lei e Damon dunque, al di là di proposte indecenti da consumare sui tetti dei palazzi, non c'è nulla al momento. O almeno non da parte di Elena e tanto basta per radere al suolo  quella tensione che spingeva noi spettatori a preoccuparci per le loro sorti sentimentali.
Per fortuna però c'è una nuova coppia a tenere banco in questo episodio. Tra Klaus e Caroline infatti la tensione sessuale non è mai stata così tangibile e a nulla vale quanto i due si tengano a distanza, si insultino e si feriscano vicendevolmente. Caroline infatti di certo non le ha mai mandate a dire al fascinoso ibrido e anche in questo episodio non gli fa mancare la sua bella dose di giudizi al vetriolo. Lo accusa di essere una persona orribile e di agire in modo orribile solo per il gusto di esserlo. 
Il fatto però che alla fine la situazione si sia ribaltata e che Klaus abbia potuto accusare Caroline delle stesse nefandezze dopo che questa ha ucciso 12 streghe li pone finalmente sullo stesso piano. Nessuno dei due è più giustificabile dell'altro in merito alle criminose azioni compiute e nessuno dei due ha più o meno diritto di giudicare l'altro. E se le loro morali vacillano forse adesso potranno finalmente guardarsi veramente senza schermi moralisti e accusatori.
Intanto procede pericolosamente il folle pian di Silas che senza ancora aver svelato la propria fisica identità tiene in ostaggio la mente e il cuore di Bonnie, obbligandola a compiere scelleratezze come ad esempio il terzo massacro. E dubito che qualcuno abbia desiderato trovarsi nei panni di Stefan dopo che, al risveglio della povera Bennet, si è reso necessario ancora una volta informarla della fine orribile di Jeremy.
Puntata forte ed emozionante. Il cambio di scenario newyorkese ha giovato allo show in termini di nuova freschezza mentre sempre più entusiasmanti sono gli sviluppi nel rapporto
tra Klaus e Caroline. Chissà cosa ne sarà di loro in vista dello spin off. 

-->

Nessun commento:

Posta un commento