martedì 7 maggio 2013

Person of interest, commento episodio 2x10 "Fine del gioco"

Puntata assolutamente entusiasmante la 2x10 di questa seconda stagione d Person of Interest.
L'episodio inizia con il consueto schema secondo cui la Macchina fornisce un numero di previdenza sociale. Finch e Reese si imbattono ben presto in due giovani protagonisti di furti di esplosivi ma le indagini dei nostri li portano a scoprire le reali e nobili intenzioni dei due ragazzi, desiderosi di rimediare ai danni economici perpetrati ai danni di militari per opera di un insospettabile.
Il capo dell'FBI intanto propone alla Carter un incarico nel reparto per coinvolgerla nella cattura dell'uomo in giacca. Il cerchio intorno a Reese infatti si stringe sempre di più e l'FBI è riuscito ad isolare il suo cellulare. Per John non si mette bene e la Carter cerca di fare il possibile per metterlo in salvo.

Inaspettatamente qualcosa va storto, per Reese non c'è più nessun trucchetto che gli possa evitare la cattura e scattano inevitabili le manette. La sua fortuna è che l'arresto coinvolge anche altri sospettati e la sua identità per il momento è ancora tutta da svelare.
Impagabile l'espressione di Finch quando John, conscio della sua cattura imminente, ringrazia il socio e amico racchiudendo in poche battute apprezzamento, gratitudine, affetto, dispiacere. Certamente Harold farà di tutto per tirarlo fuori da questa delicata situazione e immagino sarà questo il cuore dell'episodio a venire. E, a proposito di Harold, è sempre più apprezzabile il suo coinvolgimento diretto nelle operazioni, il suo prendere iniziativa e scendere in campo invece che rimanere dietro le quinte a dirigere da lontano.
Fusco intanto sta recuperando coraggio e amor proprio e, invece che sottostare ai ricatti di Simmons, pare aver deciso di aprire bene gli occhi e tenere d'occhio comportamenti e persone sospette. Trovare un punto debole nell'HR potrebbe essere l'unico modo per tirarsi fuori dai guai una volta per tutte.
Episodio eccellente sotto tutti i punti di vista.

-->

Nessun commento:

Posta un commento