giovedì 9 maggio 2013

Revolution, commento episodio 1x16, The love boat

Ennesimo buco nell'acqua per la serie giunta ormai all'episodio numero 16 e dunque a un tiro di schioppo dal finale di stagione. Per quanto infatti ogni puntata preveda camminate, spostamenti e spedizioni in realtà nei confronti della trama non si fa un passo.
L'unico momento promettente di questo sedicesimo appuntamento è stato infatti il golpe di cui si sono resi protagonisti Charlie e Jason ai danni di Neville e Miles ma poi alla fine è mancato il coraggio per andare fino in fondo e la situazione iniziale ed arcadica è stata ristabilita nell'arco di due minuti.
Stessa cosa dicasi per il rapimento del medico che sembrava la chiave per chissà quale strategica mossa contro Monroe e alla fine liberato e lasciato al suo destino come se niente fosse.

Non sono mancati ovviamente combattimenti corpo a corpo e scontri a fuoco, sempre più lunghi del necessario e chiaramente funzionali al riempimento di drammatici buchi narrativi. Non sapendo come arrivare alla fine dei 40 minuti, in pratica, la scelta è quella di distrarre lo spettatore con la confusione delle scazzottate e degli spari che hanno l'unico pregio di ottemperare alla mancanza di fantasia, alla inconsistenza della trama, alla discutibile prova recitativa degli attori portando al veloce e felice approdo al tramonto del quarantesimo minuto.
Pesanti, tediose e a tratti assurde le scene con Rachel e Aaron. Anche lì, per un attimo si è sperato che Aaron trovasse il coraggio di fare da solo qualcosa per l'umanità e invece niente, rimane fermo lì a fare da balia a una criptica Rachel che adesso, con tutti questi segreti rilasciati a microscopiche ed insufficienti dosi, ha iniziato davvero a stufare.
Monroe intanto è rimasto in panchina per riaversi dall'infortunio della puntata scorsa, mentre a Nora si risveglia tutt'a un tratto l'ormone sopito regalando a noi poveri spettatori un'altra scena buttata lì, senza capo nè coda, senza un perché, senza un briciolo di emozione oltre che di dignità. Voglio dire, non so se ha notato come la tratta Miles!
Ciliegina sulla torta poi è stato il finale thriller stile Hannibal Lecter intonato alla trama e all'episodio come i cavoli a merenda.
Che dire, per fortuna mancano solo 4 episodi alla fine.

-->

Nessun commento:

Posta un commento