mercoledì 19 giugno 2013

Person of Interest, commento episodio 2x15 "Tutto prenotato"

Cosa non farebbe Harold Finch per il buon esito di un'operazione? In questo episodio, senza neanche batter ciglio, ha dovuto comprare un gigantesco albergo extralusso, calarsi nei panni del segretario di reception e assumere Reese come facchino.
La Machine questa volta ha infatti fornito il numero di previdenza di una donna impiegata presso l'hotel come addetta alla sistemazione delle camere, coinvolta in una brutta storia giudiziaria che potrebbe mettere seriamente a rischio la carriera politica e la fedina penale del candidato serbo alle elezioni.

Piuttosto numerosi sono in effetti gli uomini assoldati per farla fuori ma per fortuna Reese, con la costante assistenza strategica e informativa di Finch, riesce a tirarla fuori dai pericoli e a conquistarne la fiducia.
Il caso del giorno di per sè non è particolarmente entusiasmante, ne ho visti di migliori e di più memorabili, ma all'interno dell'episodio c'è anche spazio per tanta altra roba. Alla Carter ad esempio viene offerto un posto tra i federali che sarà suo solo dopo aver superato un esame di rito, una sorta di macchina della verità alla quale dovrà celare ovviamente di avere certe conoscenze... Sempre lei scoprirà che l'uomo con cui si sta dando appuntamenti romantici da un bel po' di tempo ormai potrebbe non essere così cristallino e onesto come le ha fatto credere.
Quanto a Reese, nel bel mezzo degli impegni che lo tengono occupato per la felice risoluzione del caso del giorno, sarà chiamato anche ad affrontare un confronto affatto amichevole con una spia mandata dal Governo per far fuori l'Uomo in giacca.
E, infine, come ciliegina sulla torta, ecco fare il suo ritorno sullo schermo l'ambiguo volto di Root, nelle mentite spoglie di segretaria di un capo del Governo.
Ci si avvia a grandi passi al finale di stagione e per tanti nodi è dunque giunto il momento di venire al pettine.
Altro bel voto in pagella per Person of Interest. 

-->

Nessun commento:

Posta un commento