martedì 13 agosto 2013

Person of Interest, commento episodio 2x21 "Il giorno zero"

Quando la Machine rompe il silenzio, riuscendo in qualche modo a fornire un numero nonostante il potentissimo virus che la divorando dall'interno, Harold e Finch non sospettano neanche con che caso si troveranno ad avere a che fare.
Sembra infatti uno dei tanti casi del giorno, un numero di previdenza sociale come un altro, associato in questa occasione ad un amministratore delegato, tale Ernest Tornhill.
Con l'avanzare delle indagini, però i punti di domanda si moltiplicano mentre le sorprese sono lì dietro l'angolo.

A cominciare da Root che, dismessi i panni da segretaria del Governo, decide di contattare Harold per proporgli una collaborazione per il bene della Machine e proseguendo con la Shaw che con Root tra i piedi non esita a rientrare in scena. 
Ma alle improbabili alleanze e rimescolamenti di carte non può che aggiungersi la scoperta che il caso del giorno in realtà sia proprio la Machine stessa che dietro l'identità del signor Tornhill, sta tentando di chiedere aiuto e di sopravvivere al virus.
Intanto per John sembra giunto il momento di scoprire qualche insospettabile altarino su Harold mentre per noi sono serviti dei flashback grazie ai quali scopriamo che Finch stesse progettando di sposarsi con Grace mentre il suo amico e socio sembrava non incoraggiarlo particolarmente.
Puntatone con tensione sempre costante degna davvero di un gran finale.

                                          

Nessun commento:

Posta un commento