martedì 13 agosto 2013

Under the dome, commento episodio 1x07 "Cerchi imperfetti"

Puntata molto ricca e intensa la settima di questa prima stagione di debutto. Giunti ormai al giro di boa, molti nodi cominciano a venire al pettine, alcuni dei timori più diffusi diventano tristi realtà mentre altre insospettabili stranezze continuano a verificarsi sotto il cielo protetto e imprigionato dalla cupola.
A Chester's Mill intanto c'è chi preferisce impegnare le proprie giornate affrontando le criticità che si presentano di volta in volta come Linda che, con l'aiuto di Junior, si preoccupa di dar la caccia agli assassini di Rose, e altri che, come Joe e Norrie, decidono di scoprire qualcosa di più sulla cupola, per debellare il problema alla radice.

La loro intuizione li porta ad allontanarsi dal perimetro delimitato dalla dome, consapevoli che, se vogliono davvero trovare delle risposte, dovranno intercettare il nucleo della cupola, il suo centro perfetto. Ma quello che si ritrovano davanti li lascia a dir poco a bocca aperta. Un'altra piccola cupola impenetrabile protegge quello che sembra essere un misterioso uovo metallico, il probabile generatore di tutto che, a fine puntata, sembra attivarsi all'improvviso. Da quella postazione privilegiata inoltre Joe e Norrie sperimentano un episodio molto singolare che li porta ad avere una visione di Alice, una delle mamme di Norrie impegnata in città con una partoriente.
La visione però non sembra presagire nulla di buono e, mentre Norrie corre per raggiungere la madre, Alice sa già che la sua fine è arrivata e che la assenza prolungata di insulina le sarà fatale.
Un'altra morte avviene dunque sotto il cielo della cupola mentre Norrie si convince di poter in qualche modo provare a comunicare con la dome per riavere indietro la madre.
Intanto la fortuna sembra voltare le spalle a Big Jim che, se in un primo momento, con tutte le riserve di propano in suo possesso, pensava di poter avere il controllo sull'intera città e di poter piegare alla sua volontà chiunque non obbedisse ai suoi ordini, adesso che è stato privato di tutte le scorte dal suo acerrimo nemico, è passato ad una condizione di completa subordinazione. Non potendo però digerire questo cambio improvviso di potere, Big Jim si macchia di uno dei crimini peggiori che abbia commesso da quando è calata la cupola su Chester's Mill dando fuoco all'intera riserva di propano. C'è da scommettere che quando i cittadini scopriranno di cosa altro dovranno fare a meno non saranno del tutto comprensivi.
Tempo di riabbracciarsi invece per Angie e Joe, i due fratelli protagonisti degli eventi tra i più significativi degli ultimi giorni.
La serie continua intanto ad infittirsi di misteri e la componente fantascientifica a diventare sempre più pregnante e proteica. Così mentre le storie dei cittadini, i loro segreti, le relazioni che intercorrono tra di loro continuano a far da naturale contorno al tutto dando corpo ai vari episodi, il tema principale si gonfia piano piano di carattere e ragion d'essere conducendoci verso probabili cambi di rotta narrativa, verso scenari insospettabili che apriranno certamente le porte ad altri nuovi misteri.
Continuo a trovare il tutto molto ben dosato, non c'è alcuna fretta di svelare troppo le carte. Altra puntata promossa.

  

Nessun commento:

Posta un commento